Antonio Justel Rodriguez

DELLA NOSTRA ALTEZZA INFINITA




... salve, salve, libertà, e salve, salve sempre, sempre, sempre ...!
Ebbene, oh, tu, oh tu, prodigio, che abitavi furtivamente nel germe divino,
aspettando questi momenti fedeli ed esatti, quelli d'oro:
quelli che aiutano a spezzare le catene fisiche, emotive e mentali,
i momenti come muri e scatole buie e chiusi con lucchetti di ferro all'interno,
quelli dell'anima cambia,
quelli del voto,
quelli dell'etica con le loro esigenze civili,
quelli dell'onore e della giustizia,
quelli della luce,
quelli di ognuno degli spasimi della vita che ci siamo lasciati alle spalle,
più la chiara consapevolezza di coloro che devono ancora venire e risolvere ...
... rose e gigli per i vivi e rose e gigli per i morti;
... salve, salve, libertà, salve, e che questo saluto sia dovuto a te sempre, sempre ...!
... salve, bene, salve, amico, salve, salve ...!
***
Antonio Justel Rodriguez
https://www.oriondepanthoseas.com
*** 
 
 

All rights belong to its author. It was published on e-Stories.org by demand of Antonio Justel Rodriguez.
Published on e-Stories.org on 02.05.2021.

 

Comments of our readers (0)


Your opinion:

Our authors and e-Stories.org would like to hear your opinion! But you should comment the Poem/Story and not insult our authors personally!

Please choose

Previous title Previous title

Does this Poem/Story violate the law or the e-Stories.org submission rules?
Please let us know!

Author: Changes could be made in our members-area!

More from category"Altro" (Poems)

Other works from Antonio Justel Rodriguez

Did you like it?
Please have a look at:

GRATUITAMENTE - Antonio Justel Rodriguez (Altro)
RENAISSANCE - Mani Junio (Altro)
My Mirror - Paul Rudolf Uhl (Humour)